Post Series: News

Cocciopesto impermeabile
l’esperienza insegna

Dal Libro dell’Arte di Cennino Cennini del 1437 emergono una serie di citazioni sulla composizione, lavorazione, qualità degli intonaci.
Tra questi, la tecnica antica degli impasti in cocciopesto, già largamente utilizzato nelle costruzioni romane e nei secoli successivi soprattutto dove l’elemento umidità gioca un ruolo fondamentale nei processi di conservazione delle architetture.

Cennini insegna

In che modo si può rimediare all’umidità del muro…

[ … ] E se è in luogo dove altr’acqua per condotto vada, che onestamente non si possa divietare, tiene questo modo, cioè: sia di che pietra condizione il muro, abbi olio di lin seme cotto a modo di mordente, e stempera matton pesto insieme e intridi: ma prima di questo olio o ver mordente ben bogliente ne da’ o con pennello o con pezza sopra il detto muro. Appresso di questo, tolli di questo intriso di matton pesto e danne sopra il detto muro, in modo che venga ben rasposo: lassalo seccare per alcun mese, tanto che sia ben secco: poi con cazzuola abbi calcina ben fresca di galla; tanto calcina, quanto sabbione; e mescolavi dentro polvere setacciata di matton pesto, e smalta perfettamente una o due volte, lassando lo smalto bene a riposo e arricciato. Poi quando vuoi dipingere e lavorarvi su, smalta il tuo intonaco sottile, sì come addietro il modo de lavorare in muro t’ho mostrato [ … ]
Cennino Cennini – Il Libro dell’Arte – Anno 1437

Cocciopesto per murature umide

GUARDIAMO AL PASSATO. PER costruire IL PRESENTE

Attingiamo direttamente dagli archivi della storia dell’architettura, per selezionare e riprendere le ricette degli intonaci a calce e cocciopesto impermeabile.
Formule che sono state capaci di superare la ‘prova del tempo’ per durabilità e valore estetico.
Oggi anche con uno sguardo a moderni concetti di edilizia sostenibile e benessere abitativo.

Il Maestro Danilo Dianti nell’esecuzione di un intonaco a cocciopesto impermeabile

Cerca