skip to Main Content
Post Series: News

LA BANCA DELLA CALCE
E’ PARTNER
DEL PROGETTO MImeSIS

Il patrimonio edilizio italiano è costituito essenzialmente da edifici in muratura che impiegano materiali tradizionali.
Efficienza, prestazioni e durabilità di questi materiali e dell’intero patrimonio edilizio dipendono dalla capacità di effettuare interventi mirati a rallentare il degrado e l’invecchiamento naturale.

La Banca della Calce è partner del progetto MImeSIS, Materiali Smart Sensorizzati e Sostenibili per il Costruito Storico, cofinanziato nell’ambito del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (POR-FESR) 2018-2020 della Regione Emilia-Romagna, della durata di 24 mesi.

GLI OBIETTIVI DI MIMESIS

Il progetto MIMESIS mira a migliorare le prestazioni del patrimonio edilizio esistente attraverso l’utilizzo di tecnologie smart ecosostenibili che prevedono l’integrazione fra materiali tradizionali e sensori.
Grazie a questa integrazione, sarà possibile identificare in via preventiva e predittiva i fenomeni di degrado nelle murature in modo da intervenire tempestivamente, evitando danni e migliorando il benessere indoor e efficienza energetica dell’edificio nel suo complesso.
In particolare, il progetto si propone di:

  1. sviluppare materiali sensor-based in grado di monitorare, in maniera continua, specifici parametri predittivi del degrado in atto nelle murature;
  2. ridefinire i prodotti comunemente utilizzati in edilizia al fine di predisporli all’integrazione di specifici sensori;
  3. validare in via sperimentale, sia in laboratorio che in situ, la funzionalità, efficacia e durabilità di questi sistemi smart.

Lo staff tecnico de la Banca della Calce è impegnato ad offrire supporto tecnico nella scelta dei materiali più adeguati alla formulazione di malte tradizionali e finiture  architettoniche formulate con Calce Idraulica Naturale e Grassello di Calce Invecchiato integrabili con il sistema di sensori.

I RISULTATI CHE VOGLIAMO PERSEGUIRE

I risultati che il progetto si propone di raggiungere nel corso dei prossimi due anni sono:

  • sviluppare soluzioni sensoristiche e della relativa catena di misura, una per tipologia di materiale testato (intonaci, malte, laterizi, adesivi, rinforzi);
  • realizzare prototipi di muratura sensorizzati;
  • mettere a punto un protocollo di validazione sperimentale per i sistemi SMART;
  • realizzare linee guida sulla posa e manutenzione delle soluzioni sensoristiche;
  • predisporre un laboratorio dimostrativo (sia virtuale sia reale) quale strumento di accelerazione al trasferimento tecnologico delle soluzioni sviluppate.

I NOSTRI PARTNER NELLA RICERCA

Capofila >> CertiMaC è responsabile del coordinamento e della diffusione del progetto. Conduce inoltre le attività di ricerca relative ai test di durabilità dei materiali e alla validazione dei sistemi sensorizzati (sia in laboratorio che in situ), sviluppando e implementando un protocollo di prova specifico per questa nuova tipologia di materiali.

Partner della ricerca >>  Centro Ceramico, CNR-Istec, CIRIEC (Centro Interdipartimentale di Ricerca Industriale dell’Università di Bologna) e Sis.Ter (laboratorio GeoSMART LAB).

Partner industriali >> oltre a La Banca della Calce sono coinvolti: Leonardo, Litokol, Sgubbi Italiana, Sestosensor, Kerakoll e Tenenga

Back To Top