Post Series: News

TINTEGGIARE A CALCE CONTRO LA MUFFA

Da più di cinquant’anni le multinazionali della chimica aggiungono sbiancanti ottici ai detersivi per rendere il bucato più bianco e farlo sembrare più pulito.

“Sembrare”, non “essere”. Perché l’equivalenza tra bianco e pulito è una convenzione, carica di implicazioni morali: nel nostro immaginario bianco, pulito, puro, buono e immacolato sono quasi sinonimi. Ma di fatto nulla dice che un lenzuolo più bianco sia anche più igienico. Infatti pochi anni fa l’Istituto per l’Autodisciplina Pubblicitaria censurò il famoso slogan del detersivo bianco “che più bianco non si può” costringendo uno dei marchi più famosi del settore a cambiare strategia.

La stessa logica vale naturalmente anche per le pareti di casa. Con qualche eccezione.

Pittura antimuffa CalceLadde di Banca della Calce

Calce. Più bianco non si può. 

Una normale idropittura industriale copre semplicemente lo sporco sul muro con una pellicola bianca, ma mentre un’autentica tinta a calce come quella che si prepara con CalceLatte igienizza davvero le pareti, eliminando muffe e batteri. Con CalceLatte bianco e pulito si equivalgono davvero.
Perché il suo ingrediente principale è il Grassello di Calce Invecchiato: una sostanza decisamente basica, cioè con Ph superiore a 7.
Questa caratteristica rende la tinta a calce abbastanza caustica da “bruciare” i microorganismi presenti, e crea un ambiente sfavorevole al loro sviluppo. In più, una parete imbiancata a calce è molto traspirante (tecnicamente, ha un “basso coefficiente di resistenza al passaggio di vapore”), quindi permette all’umidità in eccesso di uscire dagli ambienti interni, evitando la formazione di condensa sulle pareti e l’insorgere delle muffe. Come unica controindicazione, quando si dipinge con la tinta CalceLatte è buona norma proteggere la pelle e gli occhi dagli schizzi con guanti e occhiali di sicurezza.
Ma vale la pena. Pensate a quante vite ha salvato, nei secoli, l’abitudine di imbiancare a calce le case e i luoghi pubblici, soprattutto in occasione di epidemie. Oggi per fortuna la peste bubbonica è solo un capitolo dei Promessi Sposi, e il progresso tecnologico permette anche di acquistare un Kit di Pittura Antimuffa CalceLatte on line in pochi click. E di ripulire la propria casa, cantina o casale da soli in poche ore. Perché, anche nell’era della rete, tinteggiare a calce rimane un ottimo sistema per far tornare un ambiente non solo bianco, ma anche pulito e sano.
Quindi, parafrasando un altro famoso “carosello”: se un signore vi offre due secchi di una pittura qualunque al posto del vostro secchio di CalceLatte, avete un motivo in più per rifiutare.
Cerca