skip to Main Content
Post Series: News
muri-di-canapa_4

CORSO | 19/03/2020

SCUOLA DELLA CALCE E DELLA CANAPA#3: LA CASA COLTIVATA

   19/03/2020
   16,00 -19,00
  BOLOGNA

  MARIA LUISA BISOGNIN
  ANTONIO TRIONFI HONORATI
  EMANUELE PASSIGATO

  50,00

Terzo modulo del percorso formativo dedicato alla Calce e alla Canapa, nato per trasferire il know-how acquisito da Calcecanapa in rapporto al green building e al restauro.

Dopo i primi due appuntamenti su intonaci termoisolanti e blocchi da costruzione, approfondiremo il tema de ‘La casa coltivata’, ossia dell’indissolubile rapporto tra agricoltura, intesa come coltivazione di canapa tecnica, e architettura,  con proposte di sistemi costruttivi che fanno uso canapulo e fibre di canapa.
Parleremo delle sperimentazioni e materiali in commercio, delle normative di riferimento e dei vantaggi di tale approccio, fuori e dentro il cantiere.

Saranno con noi Maria Luisa Bisognin, specializzata in progettazione secondo criteri etici e di sostenibilità ambientale, Antonio Trionfi Honorati, coltivatore, noto produttore di canapa industriale, Emanuele Passigato, artigiano, esperto posatore di cappotti in fibra di canapa.

Maria Luisa Bisognin ha le radici della sua formazione artistica nella Bologna degli anni 1976-1983. Si è laureata all’Università di Firenze con una tesi metodologica sui Piani Paesistici con Paolo Baldeschi, con cui ha continuato a collaborare. Architetto eclettico, attualmente svolge la sua professione progettando con criteri etici e di sostenibilità ambientale, seguendo strade spesso fuori dagli schemi convenzionali come ad esempio la costruzione di manufatti in fibra vegetale, la permacultura e la progettazione di ecovillaggi.  Ha pubblicato diverse ricerche di archeologia rurale e paesaggistica, saggi e articoli sulla pianificazione e sui domini collettivi. Cofondatore dell’ «Accademia Italiana di Permacultura», ha contribuito all’avviamento della «Scuola di pratiche sostenibili» del Parco Agricolo Sud a Milano.

Antonio Trionfi Honorati, agritetto. Laureato in architettura, dopo alcuni anni di attività professionale a Roma, nel 2002 torna nelle Marche per occuparsi dell’azienda di famiglia, all’interno della quale inizia a produrre canapa. Dà vita a una vera a propria filiera, che inizia dalla molitura dei semi per la realizzazione di olio e farina, fino alla realizzazione e vendita di ulteriori prodotti, dalla cosmesi all’alimentare. Fonda nel 2014 Aprocama (associazione di produttori di canapa marchigiani, per promuovere la coltivazione nelle Marche), nel 2015 Savita (società per la realizzazione e commercializzazione di soft-gel, perle di olio di canapa), nel 2016 Federcanapa (federazione nazionale per la promozione, coltivazione e trasformazione della canapa). Dal 2016 inizia una nuova avventura con la costruzione della Casetta di balle di paglia di canapa, un edificio con struttura portante in legno e tamponatura in balle di paglia di canapa, presenti anche nelle fondazioni e nel tetto. L’obiettivo è creare una filiera dell’edilizia a Km 0, dalla semina della canapa alla costruzione di balle da usare come mattoni. In questo modo è possibile saltare i processi produttivi e collegare l’agricoltore con l’archietto, generando la nuova professione dell’agritetto e rendendo la produzione economicamente e eticamente più sostenibile.

Emanuele Passigato, artigiano, esperto posatore di cappotti in fibra di canapa. A 21 anni inizia a studiare liuteria; a 28 anni decide di dedicarsi all’ambito edile, approfondendo ambiti come il restauro di pietre, facciavista ,marmorini e lavorazioni con solo materie naturali come argilla, calce, legno, canapa e altri ancora.

Il corso è rivolto in modo particolare ad architetti, artigiani e posatori, ma aperto a tutti.

La Banca della Calce srl
Bologna, via Francesco Albani 1/3
Tel. 051-4842426

Come arrivare >

Ai fini formativi e curricolari, ai partecipanti, su richiesta, viene rilasciato un attestato di partecipazione al corso, indicante i temi trattati e la durata.

Back To Top