La nostra Calce Idraulica Naturale è prodotta in Italia
da calcari marnosi cotti a bassa temperatura

Calce Idraulica Naturale NHL 5
Calce Idraulica Naturale NHL 5
Calce Idraulica Naturale Di Banca Della Calce
Intonaco A Calce Idraulica Naturale

LA CALCE IDRAULICA NATURALE

Le calci idrauliche si ottengono da calcari marnosi o marne calcaree (miscele naturali di calcari e argille) sottoposti a cottura a temperature generalmente comprese tra 1100 e 1250°C. In tali condizioni si forma ossido di calcio, che successivamente si combina in parte con la silice e l’allumina dell’argilla formando silicati e alluminati di calcio idraulici, composti, cioè, che reagendo chimicamente con l’acqua, formano idrati stabili e insolubili che permettono al materiale di indurire e di rimanere stabile anche sott’acqua (azione idraulica). All’uscita dal forno, la calce idraulica è sottoposta a spegnimento, come la calce aerea, ma, data la presenza di composti idraulici, l’acqua di spegnimento è solo quella stechiometricamente necessaria a trasformare l’ossido di calcio, rimasto come calce viva, in idrossido di calcio. Se, infatti, anche i silicati e gli alluminati risultassero idratati, non sarebbero in grado di fornire caratteristiche idrauliche in fase di impiego.

In base alla norma UNI-EN 459, la calce idraulica naturale è disponibile in tre diverse tipologie: NHL 2, NHL 3,5 e NHL 5. La sigla NHL è, appunto, sinonimo di Calce Idraulica Naturale (Natural Hydraulic Lime). I numeri 2, 3,5 e 5 rappresentano la resistenza a compressione espressa in N/mm2 e sono associati ai termini tradizionali di ‘calce debolmente idraulica’, ‘calce moderatamente idraulica’ ed e ‘calce eminentemente idraulica’. Il pregio delle NHL è che ogni grado è adatto a diversi tipi utilizzo e condizioni di contorno. Questo significa che è possibile ottenere malte diverse, adattandole al tipo d’impiego, alle prestazioni richieste e alla durabilità attesa.

La Banca della Calce ha selezionato due tipologie di calce idraulica NHL 3,5 e NHL 5 prodotte in Italia in forni tradizionali a tiraggio naturale, alimentati a carbone.

QUALE CALCE? PER QUALE INTERVENTO?

Contrariamente a quanto si pensa, nello scegliere una calce idraulica naturale, non sempre una calce più “forte” rappresenta la soluzione migliore. L’impiego di una NHL 5, ovunque e comunque, è una pratica deprecabile.

Nel caso di murature storiche, a titolo di esempio, le resistenze meccaniche sono meno importanti rispetto alla compatibilità chimico-fisica. Una calce idraulica naturale NHL 3,5 utilizzata in un intonaco conferirà al rivestimento caratteristiche di traspirabilità e aiuterà a regolare il tasso di umidità relativa negli ambienti interni. Inoltre, in virtù del basso modulo elastico, avrà la capacità di assorbire i naturali assestamenti della muratura e gli effetti della dilatazione termica, assicurando così una maggiore durabilità nel tempo.

In altri casi, naturalmente, saranno le prestazioni meccaniche ad essere importanti. Una malta con una bassa resistenza meccanica, sarà poco indicata per allettare pietre e mattoni o per realizzare un massetto. È necessario considerare, infine, le condizioni ambientali e il grado di esposizione agli agenti atmosferici. La malta deve avere un grado di idraulicità idoneo alla quantità di acqua, o al tasso di umidità, con cui sarà normalmente in contatto nel tempo. In sostanza, nella preparazione di una malta non basta scegliere la calce più forte o più debole, è necessario, invece, selezionare quella più adatta.

Banca della Calce può aiutarvi a fare questa scelta e affiancarvi in fase di scelta e di mix design delle malte formulate su misura per il vostro cantiere di restauro o di nuova costruzione, sempre orientati da principi conservativi e di scelte di natura bioedile.

SCEGLI LA TUA CALCE IDRAULICA NATURALE

LE NEWS DI CALCEQUALITÀ

 

Cerca