FAQ – CALCELATTE

Le risposte alle domande più frequenti in materia di tinte a calce

Quanto Calcelatte serve per tinteggiare casa mia?

  • ricette-easyCon Calcelatte KIT, nelle versioni Milky, Veggy o Ready, tinteggi in tre mani fino a 50 mq di superficie.
  • Per metrature superiori, aggiungi al tuo ordine altre confezioni di Calcelatte.

Scegli qui la tua confezione di Calcelatte

Posso applicare CalceLatte su una precedente pittura lavabile o superlavabile?

TinteggioFai un semplice test.
Spruzza un po’ d’acqua sulla parete: se le gocce scivolano lungo la superficie senza essere assorbite, il muro è dipinto con un prodotto idrorepellente.
I fondi idrorepellenti (vecchie pitture lavabili, smalti ecc.) andrebbero eliminati prima di tinteggiare a calce.
Se preferisci, puoi usare il Calcelatte Fondo e CalceLatte Ready, la nostra soluzione per supporti ‘difficili’

Scegli la tua tinta

Come preparare il muro per far aderire bene la tinta?

esternoSe le pareti sono in buone condizioni, segui le indicazioni riportate nelle nostre ricette: bagna uniformemente le superfici prima di tinteggiare, aiutandoti con un nebulizzatore da giardinaggio o da stiro. Fai attenzione il supporto deve risultare libero da polvere ed eventuali tracce di olii e grassi.

  • Nel caso di vecchie pitture sfarinanti, è consigliato rimuovere le parti non perfettamente ancorate, fino ad ottenere una superficie perfettamente coesa.
  • La tinta si applica senza difficoltà anche su un pareti già tinteggiate con idropitture, purché la pittura sia ben ancorata e presenti una certa porosità e ruvidità.
  • Su supporti non minerali quali cartongesso, è indispensabile usare il nostro aggrappante CalceLatte Fondo.
  • Il fondo aggrappante è indispensabile anche su vecchie pitture superlavabili, smalti ecc.

Quante mani dovrò passare?

idee_calcelatte_DSC07039La pittura a calce si applica ‘a velature’.
Una tecnica basata sull’applicazione di più strati pittorici semi-trasparenti, in modo che, attraverso lo strato superiore, sia possibile osservare quello sottostante come, appunto, attraverso un velo.
Questo significa procedere per strati sottili e pennellate veloci.
Sono consigliate tre mani: la prima verticale, la seconda orizzontale, la terza verticale, attendendo sempre che la parete sia asciutta al tatto tra una mano e l’altra.

A cosa serve la Coppa Ford?

Coppa FordLa Coppa Ford è uno strumento che misura la viscosità.
Si rivela utilissima in fase di preparazione di CalceLatte per individuare la giusta quantità d’acqua da aggiungere.

Come si usa?
Deve essere riempita a livello con la tinta, quindi si misura il tempo di svuotamento. Tra i 12-15 secondi corrispondono alla giusta viscosità.
Se i tempi sono maggiori, la tinta è troppo densa: aggiungere acqua, mescolare bene e ripetere la misura.

Posso imbiancare a calce usando il rullo?

calcelatte_antimuffaCalcelatte va applicata con un pennello da calce.
Lo trovi nel nostro kit o come accessorio nelle pagine acquista. Credi a noi, tinteggiando a pennello il bianco sarà più bianco e i colori mai piatti.

Lo sapevi che… la vera tinta a calce naturale è più diluita rispetto alle tempere sintetiche in commercio. Con il rullo la pittura non penetrerebbe in profondità nel supporto e produrrebbe troppi schizzi.

Posso imbiancare a calce una parete molto sporca?

calcelatteIn caso di pareti molto sporche, consigliamo di utilizzare il nostro fondo aggrappante che aumenta il potere coprente.
Procedi quindi con il tinteggio, secondo quanto riportato nelle ricette.

Ho una superficie contaminata da muffe. Cosa faccio?

La muffa sui muri è estremamente dannosa per la salute, per questo è importante eliminarla definitivamente.
CalceLatte grazie al pH basico inibisce la crescita e il proliferare di muffe e batteri.

Prima di tinteggiare, le superfici vanno accuratamente lavate e trattate con una soluzione di sali di boro.
Per una casa sana e pareti senza muffe, segui le indicazioni della nostra ricetta antimuffa: i risultati ti sorprenderanno.
Scarica la ricetta  Calcelatte antimuffa

Si può applicare CalceLatte in esterno?

Pittura a calce esternoSì, impiegando CalceLatte Ready.

L’aggiunta del fissativo all’acqua garantisce infatti una maggiore resistenza al dilavamento da parte degli agenti meteorici.

Quali sono le diverse tonalità di colore che posso ottenere da un pigmento?

calcelatte Con la nostra gamma di pigmenti minerali puoi ottenere infinite tinte pastello.
Per la tonalità giusta, lasciati guidare dall’istinto e della tua creatività. Calcelatte nasce per questo.

Posso mescolare due o più pigmenti?
Certo, i nostri pigmenti sono perfettamente compatibili tra loro.
I ‘colori primari’ sono 3, ovvero il rosso, il blu e il giallo. Sono importanti perché mescolandoli  si possono ottenere quasi tutti i colori che i nostri occhi sono capaci di vedere.
Scegli tra i pigmenti disponibili: trovare il colore che cerchi sarà facile e divertente.

Per una tinta colorata, quanto pigmento devo acquistare?

Dipende dall’intensità ricercata:

  • Qualche cucchiaino da caffè di pigmento in polvere è sufficiente per le prove di colore
  • Da 50 a 250  grammi di pigmento per ogni secchio di tinta per realizzare colori più o meno intensi

Segui la nostra ricetta a colori e considera che per ogni secchio di tinta bianca potrai aggiungere fino a 250 grammi di pigmento.

Perché si usa l’amido waxy?

L’impiego di amido nelle pitture è una tradizione antichissima, dalla validità scientificamente confermata.

  • Il ‘waxy’ è una varietà di riso particolarmente ricca di ‘amilopectina’ un polimero naturale ramificato del glucosio. L’amilopectina presente nell’amido aumenta le capacità adesive e favorisce i processi di carbonatazione della calce.

Come si fa il cappellino da imbianchino?

Cappello da imbianchinoCon la tecnica degli ‘origami’.
Poche piegature combinate di un foglio di carta, per creare oggetti anche apparentemente complicati.
Segui il nostro video tutorial: realizzare il tuo cappello da imbianchino sarà facile e divertente.

Il cappello da imbianchino in carta riciclata è dotazione nel Calcelatte Kit

“Come faccio se…?” Guida rapida alla risoluzione dei problemi!

imbianchino_2– … la tinta si solleva dal muro? Non hai inumidito abbastanza il muro prima di dipingere oppure hai tinteggiato sopra pitture poco assorbenti. Carteggia con carta abrasiva (grana 100) lo strato distaccato e ridipingi.

– … la tinta spolvera? Se passando la mano sulla parete perfettamente asciutta ti sporchi di polvere, la tinta si è asciugata troppo velocemente. Inumidisci di nuovo la parete con il nebulizzatore, attendi mezz’ora e poi ripassa le superfici con un pennello perfettamente asciutto schiacciando bene le setole sulla parete.

– … la tinta non è abbastanza coprente? La tinta a calce appare coprente solo quando è perfettamente asciutta. Se il problema persiste è possibile che il supporto non sia adatto o stai dando troppo prodotto: stendi la tinta a velature sottili, dando più mani.

– … la tinta ha delle chiazze giallognole? L’asciugatura è stato troppo lenta o il tuo muro era sporco di polvere. 
Dai un’altra mano non appena il clima migliora, areando bene gli ambienti.

– … la tinta ha delle chiazze biancastre? Le chiazze sono solo idrossido di calcio che è migrato in superficie. Lava la parete con una spugna imbevuta in acqua in soluzione al 30% con aceto di vino bianco.

Cerca